Verso le Elezioni Politiche 2018, partiti sotto attacco informatico

Verso le Elezioni Politiche del 2018, i partiti nel continuare a fare campagna elettorale stanno facendo promesse di ogni tipo, così tante che la maggioranza degli italiani a questo punto si chiede se poi davvero, alla chiusura dei seggi, ci sarà la volontà di volerle mettere in pratica. Si spazia infatti dall’eliminazione delle tasse universitarie ad un calo epocale delle tasse, e passando per l’eliminazione di centinaia di leggi giudicate inutili.

Ma dal centrodestra al centrosinistra i partiti oltre a lanciare promesse devono anche difendersi dagli attacchi informatici. Recentemente, infatti, ha fatto scalpore l’hackeraggio alla piattaforma Rousseau del MoVimento 5 Stelle, così come anche il PD nei giorni scorsi è stato attaccato a Firenze, la città Natale del Segretario Matteo Renzi.

In ultimo, almeno ad oggi in ordine di tempo, un altro attacco da parte degli hacker, che non hanno di certo preferenze, e probabilmente neanche stima per i politici, ha interessato la Lega. A quanto pare nel mirino sarebbe finito il leader della Lega Matteo Salvini su Facebook.

Sul social network, dove il leader del Carroccio ha quasi due milioni di seguaci, sarebbero stati infatti scritti dei commenti a nome suo a seguito di una violazione dell’account. In accordo con quanto è stato riportato da IlGiornale.it, gli hacker avrebbero violato non solo la sua pagina Facebook, ma anche il suo sito personale.

E così, prima di essere cancellate, sono apparse frasi non sue come ‘Dannati clandestini, entrano dappertutto, pure sul mio profilo’, ‘Legalizziamo sta canna cannabis’, ‘Sono gay’ e ‘Se raggiungo i 1000 like mi rapo a zero’ solo per citarne alcune. L’attacco informatico sarebbe stato rivendicato dal gruppo Anonplus, ovverosia dallo stesso collettivo anarchico che ha già colpito il Partito Democratico ed il MoVimento 5 Stelle del candidato Premier Luigi Di Maio.

‘Grillo superato! E tra poco, amici, saremo addirittura in 2 MILIONI, la prima Comunità politica a raggiungere questo traguardo in Italia su Facebook! Oggi vinciamo in Rete, il 4 marzo, con il voto alla Lega vince l’Italia! #primagliitaliani‘, ha scritto intanto via social network Twitter Matteo Salvini l’8 febbraio scorso, ovverosia poco prima dell’attacco hacker che è avvenuto nella notte del giorno dopo. Il gruppo Anonplus, nel rivendicare la violazione digitale, ha anche minacciato nei prossimi giorni la pubblicazione di dati riservati, ma al riguardo non è chiaro quanto sia stata profonda l’intrusione da parte del collettivo anarchico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *